‘Terapia per la pelle’? Gli esperti promuovono gli skinbooster

L’acido ialuronico, componente fondamentale dei tessuti connettivi, trova largo impiego in vari campi della medicina: dermatologia e chirurgia estetica, ma anche oftalmologia, ortopedia e otorinolaringoiatria. In campo estetico viene solitamente utilizzato, oltre che sotto forma di filler per incrementare i volumi e correggere le pieghe e i solchi della cute, anche per la sua capacità di ripristinare l’idratazione ottimale della pelle richiamando acqua nel derma superficiale e migliorandone così elasticità e luminosità. Esistono diversi prodotti a base di acido ialuronico che vengono usati differentemente in base alle loro caratteristiche e proprietà specifiche.

Dermatologia e chirurgia estetica. Cosa sono i gel iniettabili? In questo approfondimento tocchiamo una delle questioni più dibattute entrando nel merito di effetti e benefici dell’acido ialuronico e lo faremo analizzando dettagliatamente il “perché” ed il “come” viene utilizzato in campo estetico.

Tra questi ci sono i cosiddetti skinbooster, ossia gel iniettabili che contengono acido ialuronico di tecnologia NASHA (acido ialuronico stabilizzato non animale) che, introdotti in Italia nel 2005, vantano circa 3,5 milioni di trattamenti nel mondo e un’elevata soddisfazione dei pazienti.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!