Come si legge l’etichetta di un integratore?

Non possiamo negare che il ruolo del farmacista come operatore sanitario si sia modificato nel tempo e si stia allontanando sempre più dal farmaco e dalla sua mera dispensazione. A prendere invece sempre maggior rilievo è la nutraceutica sia nella prevenzione delle patologie sia con lo scopo di diminuire l’utilizzo di determinati farmaci. Di questo spero che se ne sia reso conto anche l’ordine professionale che mi auguro lotti sempre di più per proteggere ed ampliare le professionalità del farmacista.

Prezioso è il ruolo del farmacista capace di offrire una consulenza qualificata a chiunque voglia “vederci chiaro” dietro le, spesso complicate, informazioni contenute nei bugiardini. In questo articolo Emanuele Veronese ci guida attraverso un mondo affascinante, complesso e non privo di insidie

Soprattutto oggi che, grazie all’entrata dei capitali, sia le farmacie che le parafarmacie possono essere di proprietà di “non farmacisti” l’unica strada è identificare sempre di più un professionista serio e preparato con sempre maggiori capacità di consulenza verso il paziente come peraltro già avviene in altri Stati europei ed extra europei.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!