Funghi, attenti alle intossicazioni

Non raccogliere e mangiare funghi senza il controllo di commestibilità dell’Ispettorato Micologico della ASL. Consumarne quantità moderate e evitare di proporli ai bambini in età prescolare. Sono alcune indicazioni contenute nel vademecum stilato dagli esperti del Centro Antiveleni dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù che ha recentemente analizzato la problematica allo scopo di consentire un consumo senza rischi per la salute.

Il Centro Antiveleni del Bambino Gesù di Roma ha diffuso un vademecum sulla raccolta (e consumo) rensponsabile dei funghi di stagione. Ecco cosa sapere sulle più comuni intossicazioni, a quali sintomi porre attenzione e cosa fare in caso di emergenza.

È infatti tra settembre e ottobre – mesi in cui nei boschi italiani è possibile trovare praticamente tutte le specie di funghi – che aumentano le segnalazioni di intossicazione o avvelenamento, anche a causa dell’intensificarsi dell’attività dei cosiddetti ‘esperti fai da te’ che raccolgono e mangiano funghi talvolta senza sottoporli ai dovuti controlli.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!