La farmacia degli animali

I cani e i gatti sono entrati a far parte della vita delle nostre famiglie. Ci ha conquistato la loro fedeltà, la loro dedizione e il loro rimanere sempre “bambini”, cioè essere dipendenti da noi per tutta la vita. Gli animali ci accettano per quello che siamo e non si preoccupano del nostro aspetto fisico e del nostro conto in banca. Gli animali rispondono al nostro atavico bisogno di natura e di spontaneità, ma pretendiamo che siano loro ad adeguarsi al nostro artificiale e dissennato modo di vivere.

Nel variegato mondo della cura dei nostri animali domestici si sta facendo largo un nuovo promettente mercato: quello dei prodotti naturali. Dalla sana alimentazione al farmaco fitoterapico, ecco il nuovo trend che “convince” i padroni e rappresenta un buon business per la parafarmacia.

E così i nostri piccoli appartamenti di città vengono condivisi con un esercito di cani e gatti, uccellini, pesci, conigli e magari animali esotici. Ma mentre l’uomo ha avuto generazioni per adeguarsi a questo tipo di vita, gli animali sono ancora molto legati agli ambienti naturali e così accade che se da un lato agli umani sembra un privilegio farli dormire nel proprio letto e mangiare alla loro tavola, in realtà agli amici pelosi piacerebbe di più dormire su un morbido prato o catturare da soli succulente prede.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!