Una professione a tutto tondo

Cari colleghi oggi il mio articolo non avrà il solito taglio scientifico in quanto mi preme raccontare l’esperienza vissuta in prima persona al III Congresso Nazionale AFEN (Riccione, 20 e 21 ottobre), che quest’anno per la prima volta ha avuto il patrocinio anche della Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane. Personalmente ho sempre condiviso le finalità di AFEN che, proponendosi di rappresentare il farmacista con titoli accademici in ambito nutrizionale, sostiene che lo stesso è perfettamente titolato a esprimere valutazioni in ambito nutrizionale, e quindi a proporre percorsi alimentari finalizzati al benessere e al miglioramento dello stato di salute.

La Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane (FNPI) ha partecipato attivamente al congresso recentemente organizzato da AFEN, Associazione Farmacisti Esperti in Nutrizione. Un modo per sottolineare come il ruolo del farmacista si leghi al servizio che la sua professione offre al cittadino (più che al luogo in cui la esercita).

Con obbiettività si deve tuttavia ammettere che, pur conferendo una solida preparazione di base, probabilmente i percorsi formativi in farmacia, in medicina e biologia non sono sufficienti a fornire tutte le reali competenze necessarie per la gestione del paziente/cliente a dieta.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!