Vitamina D, la conosciamo veramente?

La vitamina D è  sempre un argomento  di discussione  sia in parafarmacia, che in  farmacia, che dal medico.  È classificata come una vitamina liposolubile,  ma sempre di più i media  stanno ponendo l’attenzione sull’importanza  della vitamina D, mentre le  linee guida dell’OMS stanno portando  gli operatori della sanità a individuare  le possibili carenze dall’età pediatrica  fino agli ultimi giorni di vita  dell’individuo.  Ad oggi gli argomenti di discussione  in merito sono molteplici e anch’io  da farmacista spesso leggendo gli ultimi  aggiornamenti mi rendo conto di  quanto ci sia ancora da scoprire sulla  vitamina D.  Capita sovente al farmacista di vedere  la prescrizione di un integratore a base  di vitamina D consigliata per via orale  oppure alcuni medici somministrano  questa vitamina anche intramuscolo  nel caso di carenze molto gravi. 

Grazie al nostro esperto, Emanuele Veronese,  entriamo nel merito di un elemento molto  importante per la nostra salute, la vitamina D.  Dove si trova? A cosa serve?  Come possiamo integrarla nelle nostre  abitudini quotidiane?  Ecco cosa è importante sapere. 

Negli alimenti si trova generalmente  nel tuorlo d’uova, nei pesci e nei formaggi  grassi.  La comunità scientifica sta producendo  numerosi articoli in merito a questa  vitamina che di recente, viste le sue peculiarità, è stata elevata a vero  e proprio ormone, in quanto può essere  convertita in altri metaboliti che  non hanno effetto vitaminico, ma altre  funzioni importanti per il corretto  funzionamento del nostro organismo. 


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!