Aderenza terapeutica e parafarmacie

Laderenza terapeutica è uno dei temi più dibattuti di questi ultimi anni. Numerosi studi evidenziano come l’assunzione di comportamenti diversi da quelli prescritti dal medico e in particolare il mancato rispetto delle indicazioni inerenti all’assunzione del farmaco secondo dosi e tempi stabiliti, possano comportare un aumento del rischio del peggioramento delle condizioni patologiche. Le conseguenze si ripercuotono non solo sulla salute del paziente, ma sull’intera collettività in termini di costi sociali e economici.

Gestione della cronicità e aderenza terapeutica, due questioni di grande rilevanza e di cui si discute molto in un Paese, il nostro, che conta almeno 24 milioni di persone interessate da una (o più) patologie croniche. Quella di cui vi parliamo oggi è una tecnologia che viene in aiuto di pazienti e farmacisti

Il peggioramento delle condizioni patologiche implica infatti la necessità di un intervento assistenziale, con un conseguente aumento delle spese per il Sistema Sanitario Nazionale. Questo elemento diventa ancora più significativo nel caso di patologie croniche che richiedano un rispetto continuo nel tempo del piano terapeutico prescritto dal medico.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!