La pratica della depurazione

Le cure disintossicanti, dette anche depurative o ‘cure di drenaggio’, hanno lo scopo di eliminare le scorie e le tossine che si accumulano nel nostro organismo soprattutto in conseguenza dell’inquinamento alimentare, atmosferico e da farmaci. Il drenaggio viene attuato, stimolando, in maniera blanda e prolungata ma efficace, gli organi di eliminazione o ‘emuntori’ (cute, polmone, fegato, reni, intestino, matrice connettivale, vasi linfatici) che canalizzano verso l’esterno le sostanze da espellere e i liquidi in eccesso. Le cure depurative praticate da millenni in tutte le civiltà nel passaggio stagionale hanno in comune l’assunzione regolare di piante medicinali per un periodo sufficientemente lungo.

Per preparare l’organismo al cambio stagionale o prima di un trattamento di cura è utile sottoporsi a un programma disintossicante. Vediamo con quali piante e con quali modalità, seguendo il nostro esperto in questo interessante contributo

Depurazione o drenaggio semplice Il drenaggio è una tecnica fitoterapica codificata dal medico francese Leclerc (1870-1955) negli anni Venti. Viene utilizzata per eliminare le scorie metaboliche che si accumulano nel nostro organismo soprattutto in conseguenza dell’inquinamento alimentare, atmosferico e medicamentoso come pure del continuo ricambio dei tessuti.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!