Riconoscere l’obesità ”come malattia”

La maggioranza delle persone obese che si rivolge a un medico lo fa solo nel momento in cui accusa i sintomi di malattie correlate quali diabete, ictus, ipertensione o tumori. Quando la situazione assume livelli di criticità tali da far pensare a una patologia, allarmarsi e richiedere quindi l’intervento sanitario. Un meccanismo che non è più ammissibile in un sistema sanitario come quello italiano che ad oggi non riconosce ancora l’obesità come una malattia altamente invalidante e che rappresenta un importante fattore di rischio per lo sviluppo di malattie non trasmissibili”. Con questo appello l’Italian Obesity Network,

Dal primo Forum Nazionale Obesità di Matera le società scientifiche dell’Italian Obesity Network, il Gruppo Scientifico coordinato dall’ADI, lanciano un accorato appello alla politica e al sistema sanitario nazionale affinché l’obesità venga identificata e trattata come una vera e propria patologia

il gruppo scientifico coordinato dall’ADI – Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica che ogni anno il 10 ottobre organizza in tutta Italia l’Obesity Day, ha chiuso lo scorso 14 giugno il primo Forum Nazionale Obesità, dalla città di Matera capitale europea della cultura 2019. Forum dove, oltre alle società scientifiche firmatarie del Manifesto dell’Italian Obesity Network e alla rete internazionale OPEN – Obesity Policy Engagement Network, hanno preso parte anche esponenti del mondo della politica tra cui l’on.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!