Lotta all’antimicrobico resistenza

Quello dell’antimicrobico resistenza  è un tema di forte attualità  e che desta preoccupazione  anche in ambito veterinario,  motivo per cui l’Istituto Zooprofilattico  Sperimentale della Lombardia e  dell’Emilia-Romagna ‘Bruno Ubertini’  (Izsler) e l’Agenzia di Controllo del  Sistema Sociosanitario Lombardo  (Acss) hanno stretto un accordo lo  scorso 13 dicembre a Brescia. L’accordo,  che prevede anche una collaborazione  tra i due enti per attività  formative, è stato siglato da Marco  Onofri, direttore di Acss, e da Giorgio  Varisco, direttore generale dell’Izsler  alla presenza di Mario  Colombo, presidente  dell’Istituto, Fabio Rolfi, 

È stato recentemente siglato l’accordo fra l’Istituto  Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia  e dell’Emilia-Romagna e l’Agenzia di Controllo  del Sistema Sociosanitario Lombardo per vigilare  sul consumo di antimicrobici e salvaguardare  la salute umana, animale e ambientale.  Vediamo di che cosa si tratta 

assessore all’Agricoltura della  Regione Lombardia, e di Simona Tironi,  vicepresidente della III Commissione  Sanità e Politiche Sociali della  Regione Lombardia.  In occasione dell’incontro, l’Acss,  organismo tecnico-scientifico, terzo  e indipendente, con funzioni di controllo  di livello centrale, di raccordo  e di coordinamento delle strutture  delle Agenzie di Tutela della Salute  (ATS), e l’Izsler, ente tecnico scientifico  afferente al Ministero della Salute che opera nei settori della sanità pubblica  veterinaria e della sicurezza alimentare,  hanno presentato nel dettaglio  i contenuti dell’accordo, dalla  durata triennale e rinnovabile, basato  sull’integrazione delle attività svolte  nel settore della medicina veterinaria  e della medicina umana in ottica ‘One  Health’,


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere abbonati ora!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here