Media device e bambini: un binomio pericoloso

Avatar
Esperti SIP
(Società Italiana Pediatria)

La grande diffusione di strumenti digitali e di interazione (social media e videogiochi) coinvolge un numero elevato di minori, anche molto piccoli. Secondo uno studio americano, la percentuale di bambini di età compresa tra zero e otto anni che utilizza dispositivi multimediali è lievitata dal 38% nel 2011 al 72% nel 2013. Per i bambini di età inferiore ai due anni l’incremento è stato addirittura maggiore, con un aumento dal 10% al 38%. In Italia sono disponibili pochi dati riguardo l’utilizzo dei media device da parte dei bambini, ma uno studio recente evidenzia che il 20% dei bambini usa uno smartphone per la prima volta durante il primo anno di vita e che più dell’80% dei bambini tra i tre e i cinque anni è in grado di usare il cellulare del genitore.

Recenti studi sintetizzati dalla SIP (Società Italiana di Pediatria) evidenziano dati allarmanti circa la diffusione di smartphone e tablet fra i bambini. I loro effetti, sottolineano gli esperti, non vanno assolutamente sottovalutati in quanto presentano un impatto dannoso sul loro sviluppo neuro-cognitivo e fisico. Come intervenire?

Numerosi studi descrivono inoltre gli effetti dannosi derivanti da una prolungata e precoce esposizione agli strumenti digitali. In particolare, sono stati evidenziate le interazioni con lo sviluppo neuro-cognitivo, l’apprendimento, il benessere, la vista, l’udito e le funzioni metaboliche e cardiocircolatorie. Tali studi mettono anche in rilievo il fatto che gli strumenti digitali vengono spesso utilizzati per calmare o distrarre i bambini, oppure come supporto per gestire il loro comportamento.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere abbonati ora!

In evidenza

Parkinson, teleassistenza infermieristica

Confederazione Parkinson Italia Onlus, rete nazionale delle Associazioni delle persone con Parkinson, e Careapt – giovane startup del gruppo Zambon dedicata allo...

Coronavirus e salute mentale

Il professor Fabrizio Starace – presidente della Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica (SIEP) e membro di direzione dell’Associazione Luca Coscioni – è...

Alzheimer, come gestirlo in casa

L’attuale disposizione “iorestoacasa”, già di per sé scomoda e mal sopportabile da persone sane, è gravosa e di difficile gestione per le...

Il ‘lato oscuro’ dello smart working

Durante il periodo di lockdown anche le modalità lavorative degli italiani sono cambiate, con le attività e la postazione di lavoro d’un...

MY NEWSROOM

BIOglutase

Bioglutase è un integratore alimentare a base di Citrati di sodio e potassio indicato in caso di ridotto apporto dei suddetti componenti con...

Cura naturale fra innovazione e ricerca

Ci illustra il taglio innovativo che Nutrileya propone nel campo? I nostri prodotti nascono dalla passione per la fitoterapia e dalla ricerca...

MORINGCÈ – FLUIDO VISO MULTIATTIVO

DERMOPURIFICANTE – LENITIVO - IDRATANTEADATTO A PELLI NORMALI, MISTE E SENSIBILI Dalla texture fluida, leggera e delicata, assicura un...

COTIPSILIUM KINETIC 18 Bustine

Cotipsilium kinetic è un integratore alimentare con fibra di Psillio e Tamarindo utili per la regolarità del transito intestinale. Inoltre lo Psillio...